Storia e culto

Galleria Fotografica - immagini casuali

Il culto verso San TRIFONE è stato molto vivo, fino al medioevo, in Nicea, dove Trifone subì il martirio, poi si diffuse nelle regioni vicine. A Costantinopoli, capitale dell'Impero romano d'Oriente, l'Imperatore Anicio Flavio Giustiniano (482-565) eresse una chiesa in suo onore. Attualmente in qualche località della Grecia è ancora venerato, come mostra il fatto di aver trovato, qualche anno fa, in un negozio di Atene una sua immagine, che lo riproduce giovane, con nella mano sinistra uno scrigno e ai piedi un'oca. Anche in Russia era venerato il nostro Santo; quì il nome del Santo è legato alla storia di Mosca dalla suggestiva leggenda circa il falcone di proprietà dello Zar Ivan il Terribile (1530-1584). Il falcone fu smarrito e ritrovato dopo tre giorni per l'intervento di San TRIFONE che lo riporta allo Zar cavalcando un bianco cavallo. Era il 1° febbraio, giorno dedicato alla commemorazione del Santo. Lo Zar per ringraziamento fece costruire in Mosca una chiesa in suo onore e vi fece deporre qualche reliquia del Santo. Una bellissima icona rappresenta il leggendario racconto.

Menu

SOCIAL

Strutture ricettive

S5 Box